DOMANDE FREQUENTI A UNO PSICOTERAPEUTA

Cosa può fare per te lo psicologo e psicoterapeuta Stefano Tacca? Intanto provo a metterti a tuo agio rispondendo ad alcune domande che mi vengono poste spesso, e che magari vorresti chiarire subito anche tu.
Quello che può fare l’amico o il famigliare non lo può fare lo psicoterapeuta e viceversa. Lo psicoterapeuta può accompagnare la persona in un percorso di conoscenza e contatto con le parti di sé più profonde. Lo può fare perché ne ha le competenze e perché entra in relazione con te solamente con questo obiettivo.
Non è possibile sapere se la scelta fatta è quella “giusta” senza praticarla andando dallo psicoterapeuta. I primi colloqui ti daranno il tempo per ascoltare le tue sensazioni, manifestarle e chiarire eventuali incertezze.
Assolutamente no. La psicoterapia non è una protesi sostitutiva di qualcosa che da soli non si riesce a fare, ma uno strumento attraverso il quale ascoltarsi meglio e compiere le proprie scelte da soli.
Il più classico dei luoghi comuni. Ma partiamo dal vocabolario.
  • PSICOLOGIA = scienza che studia il comportamento e i processi mentali dell’uomo e dell’animale; lo psicologo è il professionista corrispondente;
  • MEDICINA = scienza che si occupa dello studio delle malattie, della loro prevenzione, diagnosi e terapia; il medico è il professionista corrispondente;
  • PSICHIATRIA = branca della medicina che tratta della prevenzione, diagnosi e cura delle malattie psichiche o mentali; lo psichiatra è il professionista corrispondente;
  • PSICOTERAPIA = cura* delle sofferenze psichiche attraverso una tecnica psicologica fondata sul rapporto tra due o più persone, delle quali una è psicoterapeuta; lo psicoterapeuta è il professionista corrispondente;
    *CURA = interessamento sollecito e costante per qualcuno o qualcosa;
  • PSICOANALISI = teoria psicologica e tecnica psicoterapeutica fondate da S. Freud.
La psicoterapia è una specializzazione post-laurea che può essere conseguita da psicologi e medici e la psicoanalisi è una delle possibili teorie psicologiche di riferimento per lo psicoterapeuta, mentre la psichiatria è una specializzazione di medicina.
Adesso dovresti essere in grado di rispondere da solo alla domanda: ovviamente NO.
Non è necessario avere gravi disturbi per andare da uno psicoterapeuta e non è un brutto segno sentirne il desiderio. Anzi, andarci può prevenire il formarsi o l’aggravarsi dei disturbi, anche di alcune correlazioni fisiche. In alcune fasi della nostra vita semplicemente abbiamo bisogno di “fare il punto della situazione”, magari stiamo affrontando un grosso cambiamento, anche positivo come un matrimonio, la nascita di un figlio, un trasloco in una casa più grande. Oppure abbiamo perso una persona cara, e, nonostante sia passato del tempo, ci sentiamo ancora soli o abbandonati. O ancora, abbiamo una relazione d’amore bella ma che ci fa soffrire.
Non si sa. La durata dipende – tra le altre cose – dalla situazione di partenza della persona e dagli obiettivi che si pone; questi ultimi si possono anche modificare nel tempo.
Ad esempio: “Sai, da un po’ di tempo mi sono accorto che tu [descrizione sentita ma sintetica della situazione]. Penso sia utile per te poter parlare delle tue cose con una persona adulta e competente che non faccia parte della famiglia, con uno psicoterapeuta”. Se è d’accordo, il figlio può chiamare per un appuntamento. Se non lo è, il genitore può ugualmente prendere un appuntamento e venire lui.
Se la situazione è difficile e non ritieni possibile parlarne direttamente con tua madre o tuo padre, puoi prendere un appuntamento con me per riflettere assieme sulla questione.

RICHIEDI
UN APPUNTAMENTO:

a CONEGLIANO (TV)
in Via Cadore 2
+39 349 0536926